E’ induzione indebita se i Carabinieri “chiudono un occhio” in cambio di denaro

Pronunciandosi su un ricorso contro una sentenza con cui la Corte d’appello aveva confermato la condanna nei confronti di due militari dell’Arma dei carabinieri per avere costretto alcuni cittadini cinesi, titolari di attività commerciali, alla dazione di somme di denaro variabili tra i 100 ed i 3.000 euro, per volta, la Corte di Cassazione –…

Dettagli

Morso del cane: il proprietario risponde dei danni, salvo che provi il caso fortuito

FATTO Con atto di citazione del settembre 1998 A.Z. convenne dinanzi al Tribunale di Belluno A.M. chiedendone la condanna al risarcimento dei danni – che quantificò in euro 48.608.702 – conseguiti dalle lesioni alla mano destra cagionate dal morso del pastore tedesco del convenuto in occasione di una visita presso 1′ abitazione di costui, nel…

Dettagli

Stalking: è necessario l’accertamento scientifico per dimostrare lo stato di ansia e di paura?

MASSIMA Essendo il delitto di atti persecutori un reato che prevede la realizzazione di eventi alternativi, ciascuno dei quali è idoneo ad integrarlo, per la sua configurazione non è essenziale un mutamento delle abitudini di vita della vittima, bastando che la condotta incriminata abbia ingenerato nella stessa uno stato di ansia e timore per la…

Dettagli

Servizio clienti: l’Autorità per la garanzia delle comunicazioni multa Tim per il call center automatico senza operatore

L’Autorità per la garanzia delle comunicazioni con la delibera n. 104/16/CONS ha emesso una ordinanza ingiunzione nei confronti della società Telecom Italia: secondo il Garante delle Comunicazioni, non è possibile parlare con un addetto in tempo reale, ricevere informazioni e presentare reclami ovvero denunce di furto e smarrimento della SIM Card, non presentando l’albero IVR…

Dettagli

Liquidazione del danno: il giudice non deve tener conto della revisione delle tabelle milanesi

In tema di c.d. tabelle milanesi di liquidazione del danno, qualora dopo la deliberazione della decisione e prima della sua pubblicazione, sia intervenuta una loro variazione, deve escludersi che l’organo deliberante abbia l’obbligo di riconvocarsi e di procedere ad una nuova operazione di liquidazione del danno in base alle nuove tabelle, in quanto la modifica…

Dettagli

L’autovelox deve essere sottoposto a verifiche costanti

La Seconda Sezione Civile della Suprema Corte di Cassazione, con sentenza n. 9972 del 16 maggio 2016, ha accolto il ricorso promosso avverso la sentenza del Tribunale di Ferrara, che non aveva considerato l’assenza di prova da parte del Comune in merito alla effettuazione della taratura annuale dell’apparecchio utilizzato per la rilevazione della velocità. La…

Dettagli