La privacy negli enti pubblici e nelle banche: la parola alle Sezioni Unite

Questo è quanto stabilito dalla sentenza n. 30981/2017 delle Sezioni unite della Corte di cassazione. I dati sensibili idonei a rivelare lo stato di salute possono essere trattati soltanto mediante modalità organizzative, quali tecniche di cifratura o criptatura che rendono non identificabile l’interessato. Ne consegue che i soggetti pubblici o le persone giuridiche private, anche…

Diritto all’Oblio: cosa prevede il Regolamento UE

Il diritto all’oblio nasce storicamente in rapporto all’esercizio della cronaca giornalistica. Esso può essere definito come il diritto del singolo ad essere dimenticato o, ancora meglio, come il diritto del singolo a non venire ricordato più per fatti o per episodi che lo riguardano e che in passato sono stati oggetto di cronaca. L’attuale Codice della Privacy (D.lgs. 196/2003) prevede all’art. 11 che il…

“La società civile è pronta, subito la legge sull’eutanasia”. Intervista a Marco Cappato

Dopo lo straziante addio a Dj Fabo, oggi è morto Davide Trentini, 53enne malato di sclerosi multipla,  accompagnato in Svizzera per sottoporsi alle pratiche di suicidio assistito, questa volta da Mina Welby, co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni. Adesso, come Marco Cappato per l’accompagnamento di Dj Fabo, la co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni rischierà fino a 12 anni…

No alle Newsletter promozionali senza consenso

Un secco “no” alle newsletter promozionali senza consenso arriva dal Garante per la privacy, intervenuto su sollecitazione di un cittadino che lamentava la ricezione sulla propria e-mail di una newsletter a carattere promozionale proveniente dall’indirizzo di posta elettronica di una società che opera nell’e-commerce di articoli medicali. La comunicazione, giunta all’utente dopo l’acquisto on line di alcuni prodotti sul…

La rete della vergogna: tra diritto all’oblio e cyberbullismo

La storia di Tiziana Cantone ha lasciato tutti attoniti. Tiziana aveva acconsentito ad essere filmata con uno smartphone mentre faceva sesso, ma non poteva immaginare che in poco tempo il videodiventasse virale. Purtroppo, poi alla viralità delle immagini si è aggiunto il virus della cattiveria gratuita, dello scherno  e delle ironie spietate. Troppo per una ragazza normale. Il…

POKEMON GO e problemi legali

Noi tutti (o quasi) abbiamo installato sul nostro smartphone Pokemon Go, un’applicazione in cui ogni utente deve materialmente spostarsi per il mondo reale alla ricerca di pokemon da catturare. Rispetto a questo gioco innocente, ma giudicato da alcuni demenziale, si profilano, però, svariati profili di problematicità di natura legale che cercherò di spiegare. VIOLAZIONE DELLA PROPRIETÀ…